Passa ai contenuti principali

... sulla cookie policy


E così un giorno decidi di tirare giù il tuo blog creato con il CMS Joomla e di "trasferirti" su Blogger, dove ti viene servita la pappa pronta, dove per attivare un modulo basta un click e soprattutto dove Google si occupa di tutti gli aspetti legati alla privacy dei tuoi visitatori. 
Ed è proprio degli adempimenti legati alla privacy di un blog personale che vorrei parlare.
Ipotizzando l'uso di cookies esclusivamente tecnici, il tutto si risolve con la pubblicazione di una cookie policy in cui oltre ad un excursus sui vari tipi di cookies, sulla tipologia di dati che (nel caso di cookies tecnici) non vengono conservati, indichi il responsabile del trattamento dei dati.
Premesso che, come tutti ben sappiamo, l'anonimato sul web è nella maggior parte dei casi solo superficiale (se Mr Furetto, ossia il titolare di mrfuretto.com, che volutamente non ha mai pubblicato sotto la protezione di TOR, commettesse qualsiasi tipo di illecito o reato, sarebbe, giustamente, rintracciabile nell'arco di pochi minuti), credo che nel caso in cui non vengano raccolti dati di profilazione dei visitatori, il blogger (che scrive per il semplice gusto di scrivere/condividere) non dovrebbe essere destinatario delle prescrizioni della normativa sulla privacy relative all'informativa da rendere ai visitatori, e invece nell'informativa anche Mr Furetto (se non fosse qui su Blogger) dovrebbe indicare il titolare del trattamento. 
Per quanto tutte le persone che mi conoscono fuori dalla sfera professionale mi identifichino univocamente con "Mr Furetto", potrei non voler condividere con il visitatore il mio nome e cognome, magari proprio a tutela questa volta dei MIEI dati personali.
Considerato che nell'informativa sui cookies è prevista l'indicazione del titolare del trattamento dei dati (nome e cognome, non un nickname) e che le cose o si fanno bene o non si fanno proprio, credo che per un blogger che voglia godere di semplice riservatezza (non di anonimato) e che voglia comunque rispettare quanto previsto in materia di privacy, una delle migliori soluzioni possa essere l'uso di piattaforme tipo "Blogger", in cui il titolare del trattamento dei dati del visitatore non è il blogger, bensì Google.


Commenti

Post popolari in questo blog

... la libertà di cambiare

Capita di avere un blog, di esserti appassionata a Joomla, di aver sudato molte camicie quando ti toccava curare l'aggiornamento da una versione all'altra, di sperimentare vari tipi componenti disponibili, di creare templates, di personalizzare moduli, di curare installazioni per amici, di creare siti per enti no profit con tanto di carrello per donazioni, di personalizzare componenti per classifiche di sport minori, di creare extranet di studi professionali per un'agevole scambio di informazioni relative ai progetti, siti multilingua, di gestire e rinnovare domini, di occuparti di configurazioni di google apps su vari domini.... e lo fai così, "graziosamente", sottolinei sempre che non è la tua professione e che lo fai perchè ti diverti a sperimentare.
Trattandosi di un hobby, dal quale decidi di non trarre alcun profitto se non quello di imparare, ti senti anche libero di smettere quando ti pare, semplicemente per imparare dell'altro.